Continuando a navigare su questo sito, accetti l'uso dei cookie per fornirti contenuti e servizi appropriati.
Note legali .
    Stampa la pagina ...
Sei qui: Home » Pubblica una risposta

Pubblica una risposta

Grazie per aver dedicato del tempo a scrivere questo messaggio.

Nota: l'indirizzo e-mail utilizzato è protetto dallo SPAM.

Stai rispondendo a Dife chi ha scritto:

Buongiorno, Vi contatto perché ho bisogno di capire una cosa, ora mi spiego. Ad Agosto 2017 ho avuto un incidente in moto, una macchina mi ha tagliato la strada, la polizia rileva una velocità eccessiva da parte mia e cosi vi è un concorso di colpa del 30%. A Maggio 2020, dopo ben 2 anni e mezzo, troviamo un accordo con l’assicurazione della controparte, che mi offre come liquidazione del danno 297.000 euro totali, di cui 10.000 dati come acconto, circa 30.000 pagati dall’assicurazione del lavoro (Svizzera); percui mi vorrebbero versare come saldo totale 260.000 euro.< br />Accetto, dietro consiglio del mio avvocato. Il quesito è: Può e ha diritto l’avvocato di chiedermi circa il 10% del risarcimento come pagamento della prestazione, dopo aver preso dallla controparte un’altro 10% lordo sul risarcimento a me erogato? Oltretutto non abbiamo firmato nessun tipo di accordo, solo la procura legale. Per qualunque ulteriore delucidazione vi prego di contattarmi, Rimango in attesa di una vostra gentile risposta per venirne a capo. Cordiali saluti e grazie anticipatamente.

Dife


Regolamento generale sulla protezione dei dati

Condizioni d'uso dei tuoi dati personali.

Inviando questo modulo, accetto che le informazioni inserite verranno utilizzate solo nell'ambito di questo sito, per permettermi di essere ricontattato. Per conoscere ed esercitare i tuoi diritti, in particolare per revocare il consenso all'uso dei tuoi dati, consulta il nostro Avviso legale e contatta il Webmaster del sito .

Copia il codice: