Sei qui: Home » News siti amici » News TGCOM
    Stampa la pagina ...
LogoA.png
it.png   Associazione Italiana Familiari e Vittime della STRADA A.P.S. 
Associazione di Promozione Sociale 
eu1.png mfevr.png  Aderente alla FEVR  (Federaz. Europea delle Vittime della Strada) 

News siti amici - News TGCOM

Tgcom24


Tgcom24 contents


(05/10/2022 • 21:41)

(05/10/2022 • 20:46)

Monza, uccise la madre perché cantava: per il tribunale è "incapace di intendere e volere" 

La perizia - Il professore Marco Lagazzi è stato incaricato dal Gip di Monza di relazionare sulle condizioni psichiche del giovane che, quel pomeriggio di aprile, aggredì sua madre con calci e pugni "perché cantava", per poi tagliarle i capelli e cospargerla di candeggina.

 

Davide Garzia, disoccupato e incensurato, era in cura per una sindrome depressiva. Al pm raccontò: "Ero depresso, nervoso, ci pensavo da tempo. Poi, vedendo l'allegria di mia madre tranquilla che canticchiava, mi è partito il raptus".

Leggi di più

(05/10/2022 • 19:58)

Neonato abbandonato in una busta a Trapani, i soccorritori: "Aveva ancora il cordone ombelicale" 

 

È vivo per miracolo il neonato trovato in un sacchetto di plastica nei campi di Paceco, in provincia di Trapani. Come ricostruito a "Pomeriggio Cinque" durante la puntata di mercoledì 5 ottobre, un contadino che passava per puro caso nella zona con la famiglia ha sentito il pianto del piccolo ed è riuscito a intervenire in tempo.

 

"Ho visto questo sacchetto con la testolina di fuori e con mio genero l'abbiamo subito tirato fuori per prenderlo in braccio - raccontano i soccorritori Enza e Ignazio, spiegando di aver inizialmente pensato che si trattasse di un animale - Aveva ancora il cordone ombelicale e delle spine, perché si trovava tra le sterpaglie. Piangeva molto ma ha smesso quando l'ho avvicinato al mio corpo".

"Io questa notte non sono riuscito a dormire perché pensavo sempre a quel bambino a terra", conclude l'uomo in lacrime. La trasmissione di Barbara d'Urso ha quindi incontrato la dottoressa che si sta prendendo cura del piccolo Francesco Alberto: "Sta bene, è in buone condizioni cliniche generali, è stato assistito per quello che era necessario e abbiamo avviato i primi esami di controllo. Ha solo qualche segno di lieve disidratazione e di esposizione al sole".
 

Leggi di più

(05/10/2022 • 19:40)

Roma, disabile picchiato dai bulli: sei minori rischiano il processo 

 

Stando alle indagini condotte dalla Procura presso il Tribunale dei Minori di Roma, il 17enne disabile è stato attirato nella trappola dalla fidanzata di uno degli aggressori.

Uno dei bulli, in modo del tutto infondato, accusava la vittima di avere mandato messaggi inopportuni alla fidanzata. La ragazzina, che ha assistito al pestaggio senza battere ciglio, ha contattato il giovane disabile dandogli appuntamento, il 2 maggio 2021, nei pressi della stazione della metropolitana.

 

Lì il 17enne è stato violentemente aggredito a calci e pugni da almeno cinque persone. Una scena immortalata in un video poi postato nelle chat.

 

Secondo quanto accertato dagli inquirenti i sei appartengono alla banda "18", una gang della zona Garbatella, area sud della Capitale. La loro "bravata" non è passata inosservata nell'universo social frequentato dai minorenni romani. Un gruppo di Roma Nord, dopo avere visto il video, ha giurato vendetta.

 

Secondo chi indaga le due gang sono le stesse che il 10 aprile del 2021 furono protagoniste di una megarissa nella centralissima Villa Borghese. Anche in quel caso i due gruppi si erano dati appuntamento, con pretesti aleatori, per darsele di santa ragione.

 

Nel corso delle indagini sono stati acquisiti i cellulari degli indagati: dagli smartphone è emerso un mondo fatto di minacce, violenze e anche tentativi di estorsione a scopo sessuale. Nei telefoni anche le discussioni, con annesse minacce, intercorse tra i due gruppi "rivali" dopo il violento pestaggio che ha provocato ferite al viso e al corpo del 17enne. "Menate un Down, c'avete tutta Roma contro", si legge in uno dei messaggi.

Leggi di più

(05/10/2022 • 19:07)

(05/10/2022 • 18:10)

Covid, 45.225 nuovi casi su 224.969 tamponi e altri 43 morti 

 

I numeri della pandemia - Il totale dei casi di Covid rilevati dall'inizio della pandemia in Italia è di 22.648.063. Sono 171 i pazienti ricoverati in terapia intensiva nel bilancio tra entrate e uscite (ieri erano 155), mentre gli ingressi giornalieri sono 33. I ricoverati nei reparti ordinari sono invece 5.073 (ieri erano 4.814). Gli attualmente positivi sono 509.740. Dimessi e guariti sono 21.961.023, mentre il totale dei decessi dall'inizio della pandemia è di 177.300. Le dosi di vaccino somministrate in totale sono 140.840.600.

Leggi di più

(05/10/2022 • 16:30)

Getta a terra sculture nei Musei Vaticani, fermato un turista 

 

 

I due busti sono stati portati nei laboratori vaticani per essere sottoposti a restauro.

 

Voleva parlare col Papa - L'uomo, visibilmente agitato, avrebbe detto di voler di parlare con il Papa. Dopo aver tentato di fuggire, è stato bloccato dalla gendarmeria vaticana. In un secondo momento è intervenuto l'ispettorato vaticano.

Leggi di più

(05/10/2022 • 16:04)

Coronavirus, la situazione dei contagi in Italia: la mappa e i grafici interattivi 



Tutti i numeri del contagio
 

 

La situazione in Italia, regione per regione

 

Rapporto tra persone sottoposte a tampone e contagi rilevati

 

La pressione sulle terapie intensive (dati in %)

 

Deceduti e terapie intensive, la variazione nelle 24 ore

 

Contagi, guarigioni e decessi: l'andamento giorno per giorno

 

Nuovi contagi, attualmente positivi, guarigioni e decessi

 

 

Se non visualizzi i grafici clicca qui

 

 

Leggi di più

(05/10/2022 • 16:00)

(05/10/2022 • 15:05)

(05/10/2022 • 12:58)

(05/10/2022 • 12:58)

(05/10/2022 • 12:49)

(05/10/2022 • 12:14)

Moda in lutto, morta la stilista Franca Fendi 

Franca Fendi insieme alle sue quattro sorelle (Carla, Alda, Anna e Paola) ha fatto la storia della moda in Italia e ha sempre sottolineato il grande valore dei legami familiari: "Sono sempre stati fondamentali per settantacinque anni, sia con i nostri genitori, che tra noi cinque che poi con i nostri figli, abbiamo sempre preso le decisioni importanti insieme. Ciascuna di noi aveva un ambito di lavoro in cui esprimere la propria creatività. Questo ha fatto sì che l'azienda fosse diversificata, ma sempre orientata a un obiettivo comune: la voglia e la passione di portare il Made in Italy nel mondo". 

 

Nel 2018, la stilista ha pubblicato anche un libro dal titolo "Sei con me", dedicato a suo marito Luigi Formilli scomparso nel 2001. "Mi ha sempre supportata affinché l'azienda potesse arrivare in alto. Per farlo, ha lasciato un posto di prestigio alla Fao e chiuso con la passione per il nuoto".

 

 

 

Leggi di più

(05/10/2022 • 11:56)

(05/10/2022 • 11:37)

(05/10/2022 • 11:20)

Bari, docente denuncia aggressione in classe "per una nota" | Preside: "Da lui atteggiamenti non consoni" 

 

"Ho il terrore solo a pensare di poter ritornare in quella scuola dove due balordi non hanno esitato a riempirmi di schiaffi senza che io potessi spiegare nulla né difendermi, entrando impuniti a scuola e andati via come se nulla fosse accaduto", ha raccontato il docente al Corriere del Mezzogiorno.

 

Il professore, con 17 anni di servizio di cui 16 nel Nord Italia, ha spiegato di non aver mai subito un'aggressione del genere. "Sono preoccupatissimo del fatto che chi mi ha aggredito sia riuscito tranquillamente a raggiungere il primo piano dell'edificio scolastico senza alcun tipo di filtro - ha aggiunto -, interrompendo il pubblico servizio con un atteggiamento che è proprio di chi crede di essere impunito". Ora l'insegnante sta valutando di chiedere un congedo perché non se la sente di tornare in classe. 

 

Di altro parere la preside della scuola. "La vicenda non è come è stata raccontata dal professore - ha spiegato -. C'è ben altro. Lui ha avuto atteggiamenti non corretti. Ci sono ancora indagini in corso, per cui non posso essere dettagliata. Io ho comunque approfondito la vicenda ascoltando le alunne. Quello che lui ha dichiarato non corrisponde al vero. Per niente. Lui ha avuto dei comportamenti che non sono consoni a un docente". La dirigente ha anche aggiunto che "i genitori della ragazza hanno fatto una denuncia ai carabinieri dove hanno fatto altre dichiarazioni. Da parte nostra c'è la massima collaborazione con le forze dell'ordine". 

Leggi di più

(05/10/2022 • 11:15)

Alessia Pifferi picchiata in carcere: "Schiaffeggiata e presa per i capelli" 

Dopo l'aggressione Alessia Pifferi vivrebbe "nella paura che qualcuno possa fargliela pagare dietro le sbarre" fa sapere il suo avvocato.

 

Per la donna accusata di omicidio, al momento, non è consentito l'ingresso in carcere di un consulente di difesa. Il giudice per le indagini preliminari ha negato la possibilità di consulenza neuroscientifica in quanto "si è sempre dimostrata consapevole di quello che stava succedendo alla figlia".


Ma i legali della difesa della madre della piccola Diana, respingono questa versione: "Noi non abbiamo chiesto una perizia per verificare se Alessia sia capace d'intendere e di volere. Dubitiamo invece della sua capacità di comprendere, di elaborare il pensiero. Per questo servono i consulenti neuroscientifici". 

 

 

Leggi di più

(05/10/2022 • 08:04)

Bonassola (Cinque Terre), il paesino si schiera col ribelle don Giulio: pronti a occupare la chiesa 

"Don Giulio non può più dire messa? E noi lo aiutiamo a tenere aperta la parrocchia", dicono i cittadini a Repubblica. Sospeso "a divinis" dal ministero, di fatto un'interdizione dalla celebrazione dei sacramenti, a costare a don Mignani la punizione del vescovo spezzino Luigi Ernesto Palletti sono stati anni di "esternazioni e comportamenti non conformi con la dottrina della Chiesa". Prima le benedizioni alle unioni omosessuali, poi l'organizzazione di eventi aperti "a tutte le spiritualità, perché nessuna fede possiede verità assolute".

 

Poi, ancora, la firma a favore del referendum sul fine vita e, in questi giorni, una nuova presa di posizione sul tema aborto."Non sarebbe giusto, né civile, mettere in dubbio o non applicare la legge che lo permette - dice - Le regole non possono valere soltanto per i dettami di una parte sola, devono prevedere possibilità per tutti".

 

Parole che avrebbero dato "scandalo tra i fedeli", si legge nel testo del decreto penale ecclesiastico; invece pare averli mobilitati. "In questa chiesa fino a poco tempo fa entravano tre persone al giorno, lui ha aperto le porte a tutti, ha ricostruito una comunità, e adesso viene punito, perché? Includere, accettare e accogliere per come si è: cosa poteva fare di più cristiano?", dicono un po' tutti.

Leggi di più

(05/10/2022 • 08:01)

Ultimo aggiornamento: 05/10/2022 &b000000WednesdayWednesday; 21:58