Proseguendo la vostra navigazione su questo sito, accettate l'utilizzo di cookies per offrirti una navigazione ottimizzata, semplici ed efficiente. Avvisi Legali.
 
 
 
 
Siete qui :   Home » Opuscoli 6° volume: Mauro Gandini
 
 
 
    Stampa la pagina ...
    Stampa la sezione ...

Opuscoli 6° volume: Mauro Gandini

logoass.gif

Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus

Mauro Gandini 22 anni Milano 6 dicembre 1977 – 8 luglio 2000

Mauro_GandiniQuesto è Mauro, mio figlio, nato a Milano il 6 dicembre 1977 e morto l’8 luglio 2000, nell’anno santo, a 22 anni e mezzo.
Studiava alla Facoltà di Ingegneria dell’Università di Pavia, era un bravo ragazzo, generoso, circondato da amici che anche quella sera aveva incontrato, per decidere poi di fare un giro da solo, o di andare a trovare un’amica, chi sa.
Ricordo, prima che uscisse, il suo viso sorridente e la sua ultima frase: “Ciao piccola, torno presto, domani mi devo presentare per il servizio civile”: quel sorriso e quelle parole resteranno per sempre nel mio cuore.
Poi, nella notte, il citofono: “Scusi, siamo i carabinieri, suo figlio ha avuto un incidente grave, sa ...”: e anche questa frase, purtroppo, è incancellabile nella mia mente.
È stato su una curva in provincia di Pavia, alle 2,20 tra il venerdì e il sabato, si è scontrato con un altro ragazzo, anche lui morto sul colpo: Mauro non aveva bevuto, l’altro forse sì, comunque i giornali scrissero quasi solo di lui perché doveva sposarsi alle 18 di quel giorno nel quale lo stesso destino crudele è andato incontro a lui e a mio figlio.
A distanza di 3 anni siamo ancora in ballo con assicurazioni e avvocati, ma non importa, quello che conta è che Mauro era pulito dentro, e questo nessuno può togliermelo.
Avevamo una famiglia bellissima, con due figli stupendi ... e ora uno non c’è più e l’altro ne soffre, si chiude nel dolore che è anche il nostro: cerchiamo di reagire, anche noi circondati dai tanti amici che ci stanno vicino, ma niente è più come prima: tanta malinconia, sempre.
Mauro riposa a Milano nel cimitero Maggiore, campo 30, fossa 944; e sulla sua tomba c’è scritto ‘con un battito di ciglia un dì ci rivedremo’.


La mamma Elsa Chiesa


Data di creazione : 20/02/2006 * 10:19
Categoria : -
Pagina letta 18971 volte


Commenti a questo articolo


Risposta n°6 

con   cat il 03/05/2009 * 11:36

cara elsa, ti sono vicina nel dolore, la mia cinzia aveva 15 anni, e ti capisco tantisimo, so' il dolore immenso che provi ... cosi' come so' tuttoquello che viene dietro....... per me sono 7 anni di tribunale  e la prossima udienza e' nel 2011... hanno dato tutta la colpa alla mia.... che cattiveria...... voglio che il suo ricordo non venga  sporcato  come vogliono l'altra famiglia, la mia accompagnava un'amica  casa,  hanno trovato addiritturauna ragazza  che dice che il casco alla loro figlia ... l'ha comprato la mia????..... non devono sporcarla... la mia cinzia era troppo buona.... ed e' per questo  che  e' morta


Risposta n°5 

con   laura il 10/04/2009 * 15:12
BUONA PASQUA ...

Risposta n°4 

con   antonella78 il 25/12/2008 * 00:57
BUON NATALE!!!

Risposta n°3 

con   elsa il 28/07/2008 * 11:38

Cara Laurac, sono la mamma di Mauro e volevo ringraziarti perchè nonostante siano passati otto anni da quella brutta sera ti sei ricordata di lui e di quanto fosse allegro e spiritoso il nostro Mauro. Spero che la vita ti riservi un sacco di gioia, fortuna, salute e serenità. Il "nostro" Angelo da lassù ci guarda e ci protegge ed anche con questa grossa ferita che ho nel cuore sono contenta che ci sarà sempre qualcuno che lo pensa così tanto da farlo rivivere con noi tutti i giorni.

Anche se non ti conosco personalmente un abbraccio, grosso..grosso.

Con affetto Elsa 


Risposta n°2 

con laurac il 09/07/2008 * 17:38
sono passati esattamente 8 anni, ma non riesco a dimenticarti ... non riesco a dimenticare il mio amico speciale ... quell'amico che se fosse passato un po' di tempo in più sarebbe stato un po' più di un amico ... non riesco a dimenticare tutte le volte che veniva a guardarmi a seguire la lezione, a fare gli esami all'università, tutte le volte che mi accompagnava alla macchina, quelle volte che soffriva e gioiva con me, tutte le volte che lo snobbavo per gioco e le volte che lo faceva lui, tutte le volte che passavamo ore a parlare, non riesco a dimenticare ... non riesco a dimenticare quel venerdì che tu mi dicesti: "devo parlarti" e io: "facciamo lunedì, perchè devo consegnare dei documenti in segreteria..."
... il lunedì c'era solo un angelo .. mi è crollato il mondo addosso ...
non ti ho mai detto che ti amavo, volevo conoscerti meglio, pensavo ci fosse tempo, invece ... non c'era tempo ... con te se ne è andato un pezzo del mio cuore ..
ti ringrazio per tutto quello che mi hai donato da lassù ... grazie Mauro ... sei sempre e resterai sempre nel mio cuore ... Laura

Risposta n°1 

con laura il 09/07/2008 * 16:02

mi si stringe il cuore ... io mauro me lo ricordo benissimo ... eravamo amici, forse non saremmo rimasti solo amici ... ma Mauro mi è rimasto nel cuore ... ero al suo funerale ... il venerdì l'avevo incontrato all'università ... avevamo riso e scherzato come al solito nell'atrio di fronte al bar ... mi ricordo di avergli detto: "devo andare a consegnare dei documenti in segreteria, dai ci vediamo lunedì" ... e invece non ci siamo più visti ... sono andata a trovarlo al cimitero, ma non ci sono andata perchè me lo tengo  nel cuore il suo ricordo ... Mauro mi ha lasciato un ricordo splendido e un amicizia Davide ... sono passati 8 anni ma non il suo ricordo ... Mauro mi manchi ...