Proseguendo la vostra navigazione su questo sito, accettate l'utilizzo di cookies per offrirti una navigazione ottimizzata, semplici ed efficiente. Avvisi Legali.
 
 
 
 
Siete qui :   Home » Opuscoli 6° volume: Fabio Sacconcelli
 
 
 
    Stampa la pagina ...
    Stampa la sezione ...

Opuscoli 6° volume: Fabio Sacconcelli

logoass.gif

Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus

Fabio Sacconcelli 22 anni Tuoro sul Trasimeno (PG) 23 aprile 1977 – 11 ottobre 1999

Fabio_SacconcelliOgnuno vive a modo suo il dolore per la morte di qualcuno, non ci sono regole fisse o modelli di comportamento, c’è soltanto l’immenso vuoto che scandisce ogni giorno, ogni secondo...e da quel momento nulla è più come prima.
Il tempo non aiuta a consolarsi perché è impossibile rassegnarsi ad un affetto strappato; può solo aiutare a sopravvivere.
È difficile andare avanti quando a morire è il proprio figlio o il proprio fratello, un ragazzo di 22 anni nel fiore della vita con un futuro davanti.
Era un caldo lunedì d’ottobre, unico giorno libero della settimana, per Fabio ed il suo amico Marco, da poter dedicare alla passione che condividevano per le loro moto, un sogno coltivato sin da bambini ma che solo da pochi mesi si era avverato per entrambi.
Fabio, sei passato davanti a casa tua, ti saresti potuto fermare ma poi hai pensato di accompagnare il tuo amico che abita qualche metro più avanti.
Sono bastati quei pochi metri e una precedenza che non vi è stata data per cancellare in due secondi e nove tutti i sogni, i progetti e la gioia dei vent’anni di due ragazzi meravigliosi.
Tu credevi fermamente nei valori di onestà, dignità, amicizia, altruismo, rispetto per la vita, quelli stessi che nel momento in cui avevi diritto fossero anche a te riconosciuti, ti sono stati negati e proprio da persone che rispettavi e stimavi.
Fabio, non eri una cosa qualunque, eri mio figlio ... eri mio fratello!


A Fabio dai tuoi familiari più cari


Data di creazione : 19/02/2006 * 23:31
Categoria : -
Pagina letta 11597 volte