Sei qui: Home » Opuscoli 10° volume 2009: Giuseppe Miraglia
LogoA.png
it.png   Associazione Italiana Familiari e Vittime della STRADA A.P.S. 
Associazione di Promozione Sociale 
eu1.png mfevr.png  Aderente alla FEVR  (Federaz. Europea delle Vittime della Strada) 

Opuscoli 10° volume 2009: Giuseppe Miraglia

logoass.gif

Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus

Giuseppe Miraglia, 34 anni - Palermo 11.09.1974  -  Sambuca di Sicilia (AG) 10.12.2008

Allegro, simpatico, positivo ed innamorato della vita.
Sempre con il sorriso sulle labbra.
Io che scrivo sono sua moglie, fiera di essere la donna di un giovane pieno di qualità e di pregi.
Ci siamo conosciuti sabato 29 maggio 2004, in una serata che definirei a dir poco magica. Tutto ci sorrideva quella sera. I nostri occhi si sono incontrati e da allora non ci siamo più separati, ed anche se il destino è stato crudele con noi, le nostre vite sono ormai legate per sempre, per l’eternità.
Il 3 ottobre 2008 ci sposiamo.
Coroniamo il nostro sogno d’amore, ed il 5 ottobre partiamo. Prima destinazione New York, meta tanto desiderata da Giuseppe.
Stiamo via quasi un mese. Rientriamo felici ed allegri. Iniziamo ad affrontare la nuova vita matrimoniale, ma il 10 dicembre 2008, verso ora di pranzo, io ero a lavoro, provo a chiamarlo, per sentirlo, dovevamo vederci la sera a casa. Invece, Giuseppe già alle 13:15 non risponderà più al telefono. Io continuo a chiamarlo, ma non risponde, capita, è successo altre volte. Riprovo, nulla. Fino alle 13:40 quando mi chiama la madre, per avere notizie di Giuseppe. Io rispondo che non sapevo che stava tornando da me, anche perché l’ultima volta che l’ho sentito mi aveva confermato che ci saremmo rivisti la sera. Eppure lui voleva farmi una sorpresa, voleva tornare da me. Mi diceva sempre: “Ti amo più della mia stessa vita, verrei da te anche senza una gamba”. “Non potrei più vivere senza te. Tu, invece, riusciresti a vivere senza me”.
Mi ha amato fin dal primo momento che ci siamo visti, ed io ho accettato il suo amore puro, tenero, sincero e vero. Dopo tante delusioni, trovavo finalmente l’AMORE.
Continuo a chiamarlo, nulla. Allora torno a casa dei miei genitori e con loro e mio zio, partiamo per fare il tragitto che Giuseppe faceva per venire da Sambuca di Sicilia (dove prima del matrimonio abitava e continuava a lavorare) a Menfi (mio paese di residenza e dove c’è la nostra abitazione). Un viaggio di 15 minuti, interminabili.
Quasi vicini a Sambuca ci fermano, ci dicono che c’è stato un grave incidente.
Il cuore mi esplode, sento che mi sta per scoppiare.
Continuiamo a camminare.
Macchine ferme, persone che guardano, io che scendo dalla macchina, che inizio a correre.
Mi fermano, mi dicono che Giuseppe sta bene, che è in pace.
Giuseppe è dentro quella maledetta macchina, schiacciato tra le lamiere, con un lenzuolo bianco che lo avvolge.
Grido di salvarlo, di aiutarlo, di uscirlo da dentro la macchina. Ma mi spingono in mille direzioni, mi dicono di stare calma, di CAPIRE.
Orribile. Terribile. Traumatico
E’ il mio amore. Non è possibile. Perché Dio non lo ha salvato? Perché? In quel momento mi rendo pienamente conto dell’impotenza umana di fronte alla morte. La mattina l’ho salutato, lui mi ha ringraziata perché mi ha detto che il 3 ottobre gli ho regalato il giorno più bello di tutta la sua vita e la sera lo abbraccio di nuovo, ma dentro una bara.
Il mio amore era un avvocato, che si occupava anche di sinistri stradali.
Adesso altri avvocati si occuperanno del nostro caso.
Strano destino. Strana vita.

INFINITO DOLORE PER UNA VITA COSI’ GIOVANE, COSI’ PRESTO SPEZZATA E TOLTA ALL’AMORE TERRENO, AL MIO AMORE

TUA MOGLIE, la tua Anna.
 
Messaggio per Giuseppe:
Io vivo per te, io lotterò per te.
SEMPRE, PER SEMPRE.
PER SEMPRE MIO, PER SEMPRE TUA.


Data di creazione: 01/03/2009 • 18:57
Ultima modifica: 11/09/2013 • 23:56
Pagina letta 109922 volte

Commenti a questo articolo

Commento n °87 

da carmilla il 26/04/2009 • 11:00
Ciao AnnaMaria,  ho letto le tue parole dull'opuscolo di mio padre....grazie. Io frequento il forum e l'aifvs da quasi due anni, ho letto quasi tutti gli opuscoli, e ricordo bene questo di tuo marito. Per quel che può valere ti penso spesso, anche se non ci conosciamo....di fronte a quanto ci è accaduto ogni parola è svuotata del suo significato, ma l'affetto e la comprensione credo che siano sempre di conforto, e questi sentimenti sono quello che provo per te, e per gli altri frequentatori del sito. Io ci ho messo quasi due anni a trovare il coraggio di scrivere l'opuscolo per papà, perchè ogni volta che vedo la sua foto, che leggo quello che ho scritto mi metto a piangere, ma avevo voglia di condividere con voi qualcosa di mio padre...grazie ancora.
  Federica

Commento n °86 

da ARIANNA il 26/04/2009 • 08:21

Dolcissima sorellina,

tanto dolore e tanta tristezza sta facendo compagnia al tuo cuore, l' amore che hai per Giuseppe è grande e immenso e lui lo sa ed è per questo che tu devi andare avanti e farti forza.

Cara Anna tante cose sono inspiegabili, ieri parlavo con Patrizia e ci chiedevamo cosa stavano facendo ora i nostri angeli e cosa c'è lì sù ... sono domande che non avranno risposta, ma la ripsosta che  noi dobbiamo darci è che loro ci sono... non sappiamo dove, ma loro ci aiutiano ... tante volte dalla morte di papà mi sono chiesta che altro dolore così grande posso provare ??? ... tanti dolori arriveranno a far capolino nel mio cuore nella mia vita, ma questo sarà quello che non mi abbandonerà mai che porterò con me per sempre, ma devo andare vanti lui vuole questo.

Mio padre e Giuseppe erano la gioia in persona l' allegria in persona... quando descrivi lui a volte sembra che descrivi il mio papà e allora Anna cerca di pensare e immaginare che ora lui in cielo ride nello stesso modo gioisce nello stesso modo ... lui vuole vederti serena, lo so che ora è difficile che ti manca noi siamo abituati alla fisicità ci manca il contatto fisico. Io immagino sempre che papà sia seduto vicino a me quando sono sola e molte volte immagino che lui mi tenga la mano o mi abbracci... tu sai che Giuseppe è vicino a te... una pesona l' ha visto.... e questo Anna devi darti la forza giusta... tu non lo vedi, non lo puoi abbracciare, baciare, ma lui c'è... e se ti consola un pochino anche io ci sono... ora e per sempre come il tuo Giuseppe !!!

Buona domenica sorellina mia.


Commento n °85 

da AnnaMaria il 25/04/2009 • 22:54

AMORE MIO DOLCISSIMO, questa sera la Signora Giovanna ti ha fatto dire una messa nella chiesa di San Giuseppe. Che dolore sapere di andare ad una tua messa, quando invece solo un anno fà la nostra vita era completamente diversa, eravamo indaffarati con i preparativi del matrimonio.

Sai, oggi ho parlato con Ari ed Ale, sono due ragazze splendide, e tu sei sicuramente contento che, anche se ci ha fatto incontrare il dolore, ho trovato due amiche con la A maiuscola. 

Questa sera, poi, ho anche parlato con Peppe N., poveretto è di nuovo a Milano, una nuova terapia, mah speriamo bene per lui, ha tanto sofferto.

Comunque, ti ho raccontato un pò di cose, per non rattristarti e non farti capire che oggi mi sei mancato immensamente, mi sei mancato in un modo inspiegabile e lacerante.

Non so quanto ho pianto oggi. Mi sono fatta dare da tua madre oggi, alcune nostre foto, che lei aveva tolto, così le faccio riprodurre e le conservo insieme alle altre che già abbiamo. Mi fà troppo male guardare le tue, le nostre foto, mi sembra di non riconoscere più nè te, nè me.

Mi manchi immensamente è questa la verità. La tua mancanza è straziante. Il vedere la tua foto al cimitero, sapere che il tuo corpo è intrappolato nel cemento, tu che eri così vivace, sempre in movimento, sempre attivo.

Come vivere questo dolore non l'ho ancora capito. Sono quasi 5 mesi e sono 5 mesi terribili. E' vero, la vita mi ha abituata al dolore, ma credevo di aver già dato, invece.... non è mai abbastanza la sofferenza...

A distanza di 5 mesi, mi sembra ancora impossibile. Certe volte spero che tu mi possa chiamare, mi possa venire a prendere, mi possa fare una sorpresa e dirmi ancora una volta che MI AMI IMMENSAMENTE!

BUONA NOTTE AMORE MIO. NON MI DIMENTICARE.

SEMPRE, PER SEMPRE!


Commento n °84 

da AnnaMaria il 25/04/2009 • 13:43

TESORO MIO DOLCISSIMO, MI MANCHI DA IMPAZZIRE.

TI AMO!


Commento n °83 

da AnnaMaria il 25/04/2009 • 08:17

AMORE MIO DOLCISSIMO. AMORE MIO MI MANCHI DA IMPAZZIRE.

Oggi è un giorno di festa per gli altri, ma non per noi. Mi ritornano in mente tanti episodi vissuti insieme, tanti "schiticchi" fatti con quelli che dovevano essere nostri amici e che difronte a quello che è successo, sono scomparsi.

Comunque, sai che cosa voglio dirti e sai il rammarico per delle persone che credevo essere diverse da quello che invece ci hanno dimostrato.

Sai ho letto la testimonianza del Signor Santagada, tu sicuramente avrai conosciuto Alessandro, suo figlio, ed ha scritto una cosa vera e bellissima, una frase di Aristotele: " I MORTI NON POSSONO GRIDARE PER CHIEDERE GIUSTIZIA. E' UN DOVERE DEI VIVI FARLO PER LORO".

E' quello che io devo fare per te. E' quello che mi dà la forza di andare avanti.

E' quello che mi fornisce il coraggio di farti giustizia, ma tu non mi abbandonare, non mi dimenticare, non mi lasciare.

Io so che tu ci sei, lo percepisco. IO TI AMO!


Commento n °82 

da AnnaMaria il 24/04/2009 • 23:09

Non sò se le persone che non sono più in vita, possano tornare su questa terra e muoversi invisibili tra coloro che li hanno amati, ma, se fosse possibile, allora sò che sarai sempre con me.

Ascoltando il mare, sentirò la tua voce.

Quando un vento fresco mi accarezzerà la guancia, sarà il tuo spirito che mi passa accanto.

Tu non te ne sei andato per sempre. Tu sei con Dio, accanto alla mia anima, e mi guidi verso un futuro che non so prevedere.

Questo non è un addio, mio amato, ma un ringraziamento.

Grazie di essere venuto nella mia vita e di avermi dato gioia, grazie di avermi amata e di aver accettato il mio amore.

Grazie dei ricordi che custodirò per sempre nel mio cuore.

Amche se mi manchi immensamente, proprio grazie a te non temo il futuro. Poichè sei riuscito ad innamorarti di me, mi hai dato speranza. Mi hai insegnato che, per quanto grande sia il dolore, si può continuare a vivere. Ed a modo tuo, mi hai indotto a credere che l'amore vero non può essere negato, non conosce confini, non conosce tempo, non conosce spazi.

TI AMO!

SEMPRE, PER SEMPRE!


Commento n °81 

da ARIANNA il 24/04/2009 • 21:59

Vorrei stare vicino a te ora Anna Maria e abbracciarti forte a me...

Buonanotte amichetta mia...


Commento n °80 

da Sergio il 24/04/2009 • 10:40

Cara AnnaMaria,

comprendo, come tutti, come le tue Amiche del Cuore qui, quanto sia insostenibile tutto ciò e non so se il lasciarmi andare a pensieri/considerazioni rivolte al tuo dolore possa esserti d'aiuto od al contrario spegnerti ancor più.

Lo vedi anche tu, dei giorni siamo più forti ed altri meno...difficile capire quando poter dire.

Mi son deciso anche io, si, grazie alla splendida Patrizia_Q, dopo averle parlato domenica, a render pubblico di me , di più. E' per me questo un diario, in cui in qqualche modo continuare a far vivere i miei fratellini. Non ti nascondo che nessuno a casa da me ha mai saputo che dal 2007 son qui e che ora Essi vivono anche qui, per me. Non riesco ancora. Sono a conoscenza della Associazione e delle splendide persone che, accomunate purtroppo da tragici eventi e sofferenze, la abitano. Mi serve tempo, non so se per te ed altri è stessa cosa. E' solo che io sono l'ultimo, l'uomo e devo manifestare forza, solidità, per dar loro sicurezza e soprattutto sicurezza della mia stabilità mentale (che detto tra noi non è poi così stabile...).

E' vero, non abbiam avuto modo di conoscerci domenica, se non per brevissimo istante ma...sai...non era facile per me avvicinare nessuno. Il mio riferimento era Patrizia_Q e l'Avv. Cesari che avevo già conosciuto. Come ho detto a Patrizia, se lei e Rosalba non mi avessero "convinto/rasserenato", forse sarei rimasto lì, accanto a quella finestra aperta.

Avremo modo, ne son certo, tutti insieme  ancora.

A te, a Giuseppe, va il mio pensiero sempre.

Con affetto, un abbraccio forte...

Sergio.


Commento n °79 

da AnnaMaria il 23/04/2009 • 22:20

CIAO AMORE MIO DOLCISSIMO, oggi sono tornata a lavoro ed ho trovato una confusione pazzesca, ma io lo immaginavo, non poteva essere

           

altrimenti, pazienza!!! Ti ricordi quando parlavamo del mio e del tuo lavoro? Quante volte ti ho chiesto dei consigli e ti ho fatto paranoie?!? Avrei così tante cose da dirti, da chiederti, vorrei parlare con te, ridere con te, confrontarmi con te, ed invece....

Che terribile ingiustizia. Le pagine di questo sito sono piene di storie ingiuste e terribili come la nostra ed io mi continuo a chiedere il perchè!

Questa sera sono andata dal fotografo ed ho preso le foto che porterò a tua mamma del nostro matrimonio, tu sei splendido, sei particolarmente raggiante e sorridente.

Mi  manchi immensamente. Sono scombussolata, non ho un riferimento, non ho un punto fermo. Sì ci sono i miei genitori, sì c'è lo zio Filippo, però tu eri per me la mia metà, la parte che mi completava, che mi faceva ridere, che mi faceva vivere, sì tu mi facevi vivere.

Tu mi manchi immensamente. Tu mi manchi infinitamente.

Tu mi manchi! Dovevamo partire per ritornare a New York ed invece la vita ha deciso diversamente per noi. Ti sei portato il mio cuore, la mia voglia di sorridere alla vita, ma ti avrei donato anni della mia vita per farti stare con me, accanto a me.

TI AMO, AIUTAMI A VIVERE IL DOLORE, AIUTAMI A FARTI GIUSTIZIA, AIUTAMI E NON MI DIMENTICARE.

BUONA NOTTE TESORO DELLA MIA VITA!


Commento n °78 

da AnnaMaria il 22/04/2009 • 22:07

BUONA NOTTE TESORO MIO. BUONA NOTTE.

NON MI DIMENTICARE.